Narcolessia – malattia nascosta

21mila pazienti in Italia non sanno di averla. Giovedì la giornata europea, con Lupo Alberto testimonial    –  da VITA non profit magazine

Immagine-4Si celebra giovedi’ 18 marzo la prima Giornata europea di sensibilizzazione sulla narcolessia, la malattia del ‘sonno patologico’ che soltanto in Italia conta circa 21 mila pazienti ancora senza diagnosi. Per insegnare ai cittadini, ma anche ai medici, come riconoscere prima questo problema invalidante, l’Associazione italiana narcolettici (Ain) ‘esporta’ in tutta Europa il suo storico testimonial: Lupo Alberto.

Per l’occasione, il personaggio dei fumetti nato dalla matita di Silver diventa poliglotta. Sul suo nuovo sito Internet www.narcolessia.it, l’Ain ha preparato una pagina in cui Lupo Alberto spiega la narcolessia in 5 lingue (italiano, francese, spagnolo, inglese e tedesco). La pagina web sara’ visibile a tutti i navigatori dei vari Paesi Ue, attraverso i siti delle rispettive associazioni di pazienti narcolettici. A loro l’Ain fornira’ il banner in lingua e il link per collegarsi allo spot di Lupo Alberto. Riconoscere la narcolessia nel piu’ breve tempo possibile e’ la parola d’ordine dell’Ain e delle sue associazioni ‘sorelle’ in tutto il Vecchio continente. Continua a leggere

Morgan e San Remo… Non se ne può più.

morganSono certa che Morgan non sia il solo cantante che fa uso di cocaina e sono certa che non sia il solo che ha detto di usarla a un giornalista. Mi domando come mai tutto questo sia accaduto a pochi giorni dall’apertura del Festival di San Remo.

E dunque non se ne può più nemmeno di queste ipocrisie e falsi scoop. Che fastidio e anche un po’ di noia! Non solo perché non credo alle coincidenze e non credo che a Morgan manchino consulenti e professionisti che possano – semmai lui fosse distratto – indicargli cosa e come dire di sé a un giornalista… Fastidio soprattutto che si s-parli di Depressione in questo “malo modo”.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), riferisce che il “male di vivere” si appresta a diventare una delle malattie più pericolose del ventunesimo secolo. La depressione infatti fa oltre 150 milioni di “vittime” al mondo e, dal quarto posto attuale, passerà al secondo nel 2020 tra le malattie che provocano maggiore disabilità e giorni persi di lavoro. Più del diabete, dell’ipertensione, dell’artrite. Ora stiamo parlando di Depressione. Continua a leggere

Convegno Nazionale AIDAP – 14 NOVEMBRE 2009

CONVEGNO NAZIONALE
>> Convegno AIDAP 2009
Disturbi dell’alimentazione e obesità:
controversie diagnostiche e terapeutiche

Sabato 14 NOVEMBRE 2009

VERONA – Centro Congressi San Marco, Via Longhena 42
OSPITE D’ONORE PROF. STEPHEN WONDERLICH, UNIVERSITA’ DEL NORTH DAKOTA (USA) …::: more :::…

tecniche antistress – CORSO INTENSIVO DI BASE

da Oltre il Blu

Tecniche Antistress – Corso intensivo di BASE, teorico-pratico.
Con il patrocinio
– Comune di Modena
– Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Modena
– Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna. Azienda Unità Sanitaria Locale di Modena

Modena * 8, 9, 10, 11, 12 Novembre 2006

Il corso – già svolto con successo in Ravenna nel 2005 – viene proposto a Modena per l’autunno 2006. La Progettazione del Corso accoglie l’esigenza di affrontare il disagio da stress nell’ottica della Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia (PNEI) che si fonda sull’evidenza degli stretti rapporti psiche-cervello-corpo. L’obiettivo è quindi passare da un tentativo di controllo e repressione dello stress e dell’emotività, che si può dimostrare il più delle volte inadeguato e controproducente, anche a livello somatico, a un atteggiamento proattivo che mira ad apprendere ed utilizzare tecniche e modalità di intervento in grado di dare le competenze di base per una gestione positiva dell’evento stressante, dei suoi correlati emotivi e psico-fisici.
scarica il modulo di iscrizione
scarica il pieghevole con le informazioni e il modulo di iscrizione

L’evento è stato presentato alla Regione Emilia-Romagna per l’accreditamento ai fini dell’Educazione continua in medicina (crediti ECM) ed è in attesa di approvazione per 40 ECM
Continua a leggere

EMOZIONI, MALATTIA E BENESSERE

Il modello mente-corpo-spirito in sanità e l’esperienza
del Mind-Body Institute della Harvard Medical School

Bologna 22-23 Maggio 2006 – Palazzo dei Congressi – Europauditorium
Piazza della Costituzione, 4 – 40128 Bologna

Bolle energetiche - L. Faggioli

Le emozioni alla luce delle più recenti acquisizioni ed evidenze scientifiche, derivanti in particolar modo dalla psiconeuroendocrinoimmunologia (P.N.E.I), ricoprono un ruolo importante nel contribuire al benessere della persona o al contrario nello sviluppare forme di sofferenza e di malessere spesso correlate alla patologia organica. E’ anche ampiamente dimostrato come in alcune patologie organiche esiste una stretta relazione tra le emozioni e alcuni particolari processi fisiologici e come le emozioni e le convinzioni individuali influenzano il decorso della malattia. Questo importante evento scientifico intende sottolineare la necessità di collegare in maniera sempre più forte l’eccellente livello di competenze professionali e di sofisticata tecnologia sanitaria con una maggiore attenzione agli aspetti psicologici e spirituali della malattia e della sofferenza.
Il modello teorico delle discipline mente-corpo, elaborato da H. Benson e da sua moglie M. Wilcher, rappresenta la più completa espressione di questa integrazione e produce come risultato una migliore qualità degli interventi sanitari ed una maggiore soddisfazione tra gli ammalati. Continua a leggere

MELINA MULAS. IL TERZO OCCHIO

ancora fino al 8 gennaio 2006  la mostra: MELINA MULAS. IL TERZO OCCHIO
dalla Rete Civica del Comune di Modena

Circa sessanta immagini in bianco e nero sono testimonianza di un imponente lavoro di ricerca iniziato 14 anni e fa terminato nel 2002 sotto la guida del Dalai Lama che ha orientato l’autrice verso i maestri più rappresentativi e l’ha aiutata a raggiungerli attraverso l’India, il Sikkim, la Francia, l’Austria, il Nepal, la Svizzera e l’Italia.
Obiettivo: la testimonianza rigorosa dei volti dei Lama buddisti.
Di indispensabile supporto è stato il dipartimento di Cultura e Religioni del governo tibetano in esilio a DharamSala.

null

L’antica tradizione spirituale tibetana, preservata e trasmessa nella sua integrità grazie all’insegnamento dei maestri rifugiati dagli anni Sessanta in India e in Nepal, è prima protagonista della mostra. (Dopo l’invasione cinese che ebbe luogo nel 1959, infatti, solo una severa disciplina e un profondo attaccamento alle radici hanno consentito che questa tradizione millenaria non andasse perduta).
Il secondo protagonista è lo sguardo: quello che noi rivolgiamo all’esterno e quello che riceviamo.
I Lama tendono a sviluppare, nelle loro pratiche meditative e grazie a un’educazione costante, ciò che si definisce il terzo occhio. Queste immagini, quelle appese alle pareti della mostra così come quelle del catalogo, rappresentano dunque sguardi particolarmente educati a vedere – tranne nel caso dei lama bambini, individuati come reincarnazioni di grandi Lama ma ancora, ovviamente, all’inizio della loro formazione spirituale.

Con il semplice espediente di chiedere loro di guardare l’obiettivo, Melina Mulas ha messo questi personaggi in condizione di regalarci appunto il loro sguardo.
Datasi queste regole, la fotografa non ha indugiato verso effetti spettacolari o emotivamente accattivanti, risolvendo il suo lungo lavoro in una serie di immagini in bianco e nero, stampate senza elaborare l’immagine e anzi tenendone spesso in evidenza il bordo scuro che si forma ai margini della pellicola. Continua a leggere

Tavola Rotonda sul Perfezionismo – Modena 3 dicembre 2005

Centro Famiglia Nazareth, Via Formigina, 319

logo SITCC

In occasione dell’assemblea della SITCC (Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva) è organizzata una tavola rotonda sul perfezionismo.
(more info)

scarica il programma in formato pdf

Parteciperanno:
Randy O. Frost, Smith College (USA): Keynote: The Pathology of Perfectionism
Federica Tozzi: Capire il perfezionismo attraverso i geni.
Marina Apparigliato: Criticismo e perfezionismo. Quali correlazioni?
Silvio Lenzi: Una convesazione con il paziente perfezionista
Patrizia Todisco:Una definizione unidimensionale del “perfezionismo clinico” nell’ottica cognitivo-comportamentale: Implicazioni teoriche e terapeutiche
Amelia Gangemi: Il ruolo degli stati affettivo-motivazionali nell’elevazione degli standard di valutazione.
Giovanni Maria Ruggiero: Il timore e il controllo nella psicopatologia dell’ansia e nei disturbi alimentari.
Continua a leggere